In contatto con gli alieni

L’anno 2012 si avvicina e con esso aumenta la speculazione su profezie e credenze popolari. Tra i tanti misteri non può non mancare quello degli alieni. L’esistenza di civiltà aliene è qualcosa che stuzzica nel profondo l’immaginazione di molti, alimenta la curiosità di tutti, perché si tende a credere che gli eventuali alieni sarebbero, nei nostri confronti, benevoli e disponibili a farci acquisire conoscenze e capacità inimmaginabili per l’attuale genere umano. Insomma, se gli alieni fossimo noi ci comporteremmo certamente in questo modo, o no?

Ultimamente, comunque, c’è chi sostiene che i contatti con forme di vita aliena sono già avvenuti e sono persino duraturi, da decenni ormai. E’ Richard Dolan a lanciare l’allarme: «Ci sono stati incontri continui con gli Alieni a partire dal 1947. Sono probabilmente civiltà molto diverse dalla nostra. Hanno l’abilità di entrare ed uscire da questa realtà in qualche modo, di cambiare dimensione. La Nasa, la Cia e le forze governative tentano di insabbiare la verità e controllano non solo i media, ma anche la comunità scientifica ed accademica». Dolan è intervenuto alla conferenza «Ufos and the evolution of consciousness», a New York alla Community Church di  Manhattan. Il ricercatore ha studiato per oltre 20 anni l’argomento della possibile vita extraterrestre e ha pubblicato diversi libri, basati anche su documenti governativi blindati e top secret, in cui spiega come il governo americano e i servizi segreti nascondono la verità sul fenomeno. «Non so chi  siano, ma credo di aver comunicato con alcuni di questi esseri. Ho l’obbligo morale di essere cauto, quindi non do nulla per certo o per scontato. Ma la nostra società cambierà completamente appena sarà rivelata la verità. È solo questione di tempo, ma  ormai le testimonianze venute fuori sono troppe. È sicuro che il governo continuerà a fare di tutto per impedirci di sapere; sarà una dura lotta, forse ci vorranno molti anni».

Insomma, la solita teoria molto cinematografica, fatta di dossier segreti e poche prove concrete. Ottimo modo per farsi della pubblicità e di far parlare di sè, ma credo che sarebbe meglio portare qualche dato concreto a supporto di certe teorie, altrimenti chiunque potrebbe legittimamente dire di aver visto o essere entrato in contatto con gli alieni. Spero che quel 21-12-2012 arrivi e passi in fretta, comincio ad essere stUFO…

Ufo di Nazca, video in alta definizione

È il video del momento, almeno per quanto riguarda gli avvistamenti Ufo. Si tratta di un video risalente al primo gennaio 2011, una ripresa dall’alto dei cieli di Nazca, in Peru, località già nota per gli enormi pittogrammi visibili proprio dal cielo e non da terra. Ancora nessun centro ufologico internazionale si è pronunziato in maniera definitiva, sintomo di come probabilmente le analisi del filmato siano ancora al vaglio degli esperti nell’elaborazione delle sequenze.

L’oggetto non è ben visibile tra le nuvole, specialmente a velocità normale. Si nota, facendoci caso, appena un’ombra più scura tra le nuvole che circondano il Cessna che trasportava i turisti autori del video. Ma la tecnologia corre in nostro aiuto ed è per questo che gli autori del video hanno realizzato delle ulteriori sequenze che mostrano dapprima le immagini rallentate con l’ulteriore zoom sul passaggio dell’oggetto volante non identificato.

Voglio comunque precisare che di oggetto volante non identificato si tratta e nulla più. Insomma, prima di parlare di extraterrestri o alieni vari, meglio concentrare l’attenzione sul fatto oggettivo, senza perdersi in concetti di fantasia. Certo è che se il video fosse autentico e non ritoccato, pensare a qualche possibile contatto con extraterrestri sarebbe a dir poco affascinante, o magari il preludio alla fine del mondo del 2012…. 😛

NASA: Un Oggetto eccezionale è stato scoperto dal Telescopio Chandra

Oggi alle 18,30 ora italiana sapremo cosa ha scoperto il Super Telescopio a raggi X Chandra; la Nasa ci dirà la verità sulla scoperta, oppure cercherà di interpretarla in modo più appropriato e scientifico, dato che altri osservatori mondiali potrebbero nel frattempo sfruttare il lasso di tempo tra l’annuncio della scoperta e la sua effettiva spiegazione.

Al momento si sa solo che nel Cosmo a noi prossimale (comunque distante milioni di anni luce, cioè una distanza che è riduttivo definire immensa) sarebbe stato rinvenuto un “oggetto” definito «eccezionale». Non è dato sapere che cosa sia, ma le ipotesi sono tra le più disparate: c’è chi parla di un nuovo pianeta, magari con caratteristiche simili a quelle terresti (in grado, cioè, di ospitare la vita, la nostra vita), chi si lancia più su ipotesi connesse ad avvistamenti Ufo, magari una navicella-madre avvistata, altri pensano a particolari fenomeni legati ai buchi neri, argomento anch’esso avvolto ancora da molti misteri.

Per avere una risposta più certa, basta solo aspettare. Bisogna però fare i complimenti a quelli della Nasa, perché hanno avuto un’ottima idea per il proprio marketing, non c’è che dire.
Per chi volesse, comunque, potrà seguire la diretta streaming della conferenza stampa alle 18:30 al link: http://www.nasa.gov/ntv.

La scoperta del secolo della Nasa è un buco nero più giovane mai visto prima, quindi una delle ipotesi più papabili è stata azzeccata. Il buco nero avrebbe solo 30 anni di vita, si trova nella galassia M100 a circa 50 milioni di anni luce dalla Terra, e si tratterebbe di un remnant della supernova SN 1979C, esplosa appunto trenta anni orsono.
Sono rimasti delusi quelli che attendeva news più fantascientifiche dallo spazio: ancora nessuna foto di alieni nello spazio, bisognerà attendere ancora un po’…

Do you believe in Ufo?

A vostro avviso, esistono altre forme di vita nell’universo che hanno avuto un contatto col nostro pianeta o sono giunte nei pressi del nostro pianeta? Questa è una di quelle domande che mi ronzano spesso nella testa, perché l’ipotesi di non essere soli nell’universo aprirebbe nuovi scenari mondiali e, magari, potremmo cominciare ad imparare qualcosa da altre civiltà più evolute della nostra (e non ci vuole molto ad essere più evoluti di una civiltà che passa la maggior parte del proprio tempo a farsi guerre).
Personalmente sono sempre stato un tantino scettico sull’esistenza di omini verdi, dischi volanti e quant’altro, ma qualche giorno fa, ho avuto modo di riguardare alcune fotografie scattate a casa di Ilaria nel giorno di Ferragosto, e mi sono accorto che in una di queste (un esperimento delle funzioni speciali della fotocamera digitale) compare un evidente puntino nero nel cielo, qualcosa che non è certamente un aereo, ma che non riesco ad identificare con certezza. Vi mostro qua sotto la fotografia originale:

Black_point_in_the_Sky.jpg
© Lovereasons photos

Per vederla in un formato più grande, basta cliccare l’immagine e andare a selezionare il formato grande. Per facilitare la visualizzazione, ho ritagliato anche un ingrandimento della parte dello strano oggetto volante, screenshot visualizzabile qui. E allora vi chiedo, che cosa diavolo è? Una mongolfiera? Un pallone sonda? Un particolare aereo spia? Un pianeta? Un satellite per le telecomunicazioni? Vi assicuro che non è un fake, non ho ritoccato l’immagine. L’immagine è l’originale e vi assicuro che nel scattare la foto non mi ero accorto della presenza di quel “coso” nel cielo; non posso nemmeno dire, quindi, se fosse fermo o in movimento. Datemi allora la vostra opinione da esperti di fenomeni paranormali, pleeease.