Milan-Lazio 2-2: video highlights e pagelle

Non comincia nel migliore dei modi il cammino del Milan di Allegri in campionato. Il Milan, infatti, esce con un solo punto dalle mura amiche di San Siro, messo in grande difficoltà da una Lazio tonica (finché ha resistito) e ben organizzata nel gioco. Sotto di due gol la squadra rossonera reagisce, più con l’orgoglio che con le gambe e il gioco, riacciuffando il pareggio già nel primo tempo. Al doppio vantaggio firmato Klose-Cissé rispondono Ibrahimovic (su assist al bacio di Antonio Cassano) e lo stesso Cassano, di testa dopo un calcio d’angolo battuto da Aquilani.

La squadra di mister Allegri è sembrata ancora tanto imballata da una lunga preparazione estiva che, ci si augura, possa dare i frutti sperati nell’arco della lunga stagione. Certamente c’è da registrare la difesa, in cui Thiago Silva troneggia ancora come in passato, mentre il buon vecchio Nesta comincia a manifestare chiaramente il peso degli anni e dei gravi infortuni patiti lunga la sua carriera calcistica.
Centrocampo abbastanza inguardabile stasera, tanti errori e poco ritmo. La squadra molto lunga non agevola, ovviamente, il ruolo dei centrocampisti e il loro compito. Fra tutti bene Van Bommel che, entrato per sostituire l’acciaccato Gattuso, ha riportato equilibrio in mezzo al campo, ridando i giusti tempi alla manovra.
Attacco fra luci ed ombre. Bene Cassano che si è avvantaggiato per l’impiego in nazionale, mentre Ibrahimovic è apparso ancora poco lucido e brillante, lontano dalla forma migliore. Pato è entrato a 15 minuti dalla fine, ma si è visto poco poco poco.

Le Pagelle di Milan-Lazio

Abbiati 6: incolpevole sui gol, è però troppo indeciso in alcune uscite e crea scompiglio. Da regolare.
Abate 6,5: corre e giustamente finisce con i crampi fino alle orecchie. Subisce inizialmente la fisicità di Cissè, ma poi gli prende le misure.
Nesta 5,5: fa un salvataggio da circense che dà un punto al Milan, ma nei novanta minuti è spesso protagonista di interventi goffi e maldestri; i due gol arrivano dai giocatori che lui stava “marcando”.
Thiago Silva 7: impossibile dargli di meno, lui parte dal 7, non dal 6. Una sicurezza, l’investimento sicuro per eccellenza.
Antonini 6: cresce alla distanza ma non stupisce più di tanto. Soffre tantissimo la posizione di Mauri e dalla sua parte la Lazio fa quello che vuole, praticamente.
Gattuso s.v.: esce anzitempo per uno scontro con Nesta. La sua uscita, comunque, non è poi così dannosa per il Milan, anzi.
Ambrosini 6–: utilissimo nel gioco aereo, come sempre; però a centrocampo ci vogliono almeno dei piedi discreti e lui proprio non li ha.
Aquilani 6: perfetto il passaggio a Cassano che porta al primo gol, si divora un rigore in movimento davanti a Bizzarri e crolla fisicamente dopo il quarto scatto. Spompato.
Boateng 6,5: non il miglior Prince, ma comunque si dà da fare e si impegna al 100%. Esce anche lui acciaccato, per una botta alla spalla. Si spera che non sia nulla di grave perché al Camp Nou ci serve come il pane.
Cassano 7-: si è visto il lavoro in nazionale e le due partite giocate. Il suo ritmo partita è discreto e spicca su gli altri. Probabilmente calerà quando la condizione globale della squadra sarà superiore.
Ibrahimovic 6,5: partita più a far sportellate contro Biava e Dias. Ancora lontano dal miglior Ibra, ha solo bisogno di giocare.
Van Bommel 6: buon direttore d’orchestra, ma commette una sciocchezza che poteva costare molto, molto cara. Meno male che Nesta c’è…
Pato e Nocerino s.v.

Milan-Lazio, avvio di campionato

E così, finalmente, prende il via la serie A di calcio. Dopo un tira e molla per il contratto collettivo dei calciatori che, con molto sarcasmo, ha sollevato qualche velata polemica data la posizione di tutto riguardo dei calciatori di serie A, Milan-Lazio apre stasera, alle 20:45 il campionato italiano di calcio 2011-12.

Il Milan si presenta da campione d’Italia, anzi, da supercampione data la vittoria nella finale di Pechino. La condizione della squadra, però, è un’incognita, dato che tolta la finale di Supercoppa italiana la squadra non si è ancora cimentata in partite ufficiali e nell’ultimo periodo non ha nemmeno potuto preparare la partita con l’organico al completo, dati gli impegni delle varie nazionali che hanno smembrato la squadra.
La Lazio, invece, è probabilmente la squadra più in forma, o comunque tra le più in forma. Ha fatto un mercato molto positivo (per la realtà laziale) e si presenta al via del campionato con buoni propositi per fare bene. Magari non partirà per vincere, ma potrebbe essere la”nuova Udinese”, una squadra che può chiaramente puntare alle zone alte della classifica. A destare preoccupazione (parlo da milanista) è l’attacco laziale, con il nuovo duo Cissè-Klose che promette di essere un attacco spumeggiante e ricco di gol.

Tornando al Milan, la squadra potrebbe già essere con la testa a Barcellona, per la proibitiva sfida di Champion’s League al Camp Nou, contro la squadra più forte del mondo. Spero che non sia così, anche se temo che la difficoltà dell’esordio in Champions possa bloccare leggermente la squadra. Come al solito, per le partite casalinghe del Milan, vedo la Lazio migliore nel primo tempo con un possibile recupero del Milan nella ripresa.

Le probabili formazioni di Milan-Lazio:

MILAN (4-3-1-2): Abbiati, Abate, Nesta, Thiago Silva, Antonini, Gattuso, Aquilani, Ambrosini, Boateng, Ibrahimovic, Pato. (Amelia, Yepes, Bonera, van Bommel, Nocerino, El Shaarawy, Cassano) All: Allegri.
LAZIO (4-2-3-1): Bizzarri, Zauri, Dias, Biava, Konko, Ledesma, Brocchi, Mauri, Hernanes, Cissè, Klose. (Berardi, Diakitè, Lulic, Matuzalem,Gonzalez, Rocchi, Kozak) All: Reja.

Milan-Lazio probabili formazioni

MILAN – Allegri ha recuperato Flamini in questi pochi giorni di riposo dalla gara di Catania. Il francese sarà quindi in campo nel rombo di centrocampo preparato dall’allenatore livornese per scardinare la Lazio. Accanto a Flamini ci saranno infatti Thiago Silva, Emanuelson e Robinho, che dovrebbe agire dietro le due punte Pato ed Ibrahimovic. Il centrocampo del Milan è sempre un autentico esperimento, dato che per infortuni e squalifiche Allegri non può schierare il reparto titolare e nemmeno quello di riserva, praticamente. La difesa rossonera verrà invece guidata da Bonera e Yepes, che avranno accanto i terzini Oddo ed Antonini. I neo-arrivi Vilà e Legrottaglie partiranno invece dalla panchina.

Questa dovrebbe essere la formazione titolare del Milan:

(4-3-1-2): Abbiati; Oddo Bonera Yepes Antonini; Flamini T.Silva Emanuelson; Robinho; Pato Ibrahimovic. A disposizione: Roma. Vilà, Papastathopoulos, Legrottaglie, Merkel, Jankulovski, Cassano. Allenatore: M. Allegri.

Indisponibili: Abate (24^ giornata), Ambrosini (24^ giornata), Gattuso (24^ giornata), Seedorf (24^ giornata), Strasser (25^ giornata), Amelia (26^ giornata), Nesta (26^ giornata), Boateng (26^ giornata), Zambrotta (26^ giornata), Inzaghi (inizio aprile).
Squalificati: Van Bommel (1 giornata).
Diffidati: Pirlo.

LAZIO – Reja ha recuperato lo squalificato Dias, che riprenderà il suo posto in difesa accanto a Biava. Il tecnico friulano ritroverà in campo anche Hernanes, che occuperà la posizione di trequartista nel 4-3-1-2 che Reja ha in mente di schierare stasera a San Siro. Ledesma e Matuzalem si giocano invece una maglia da titolare, e sino ad ora il brasiliano sembra essere in vantaggio sul compagno di squadra argentino. E’ comunque molto probabile che ci sia una staffetta tra i due nel corso del match in programma per stasera.

Questa dovrebbe essere la formazione titolare:

(4-3-1-2): Muslera; Lichtsteiner Dias Biava Radu; Brocchi Matuzalem Mauri; Hernanes; Kozak Sculli. A disposizione: Berni. Stendardo, Scaloni, Gonzalez, Ledesma, Foggia, Bresciano. Allenatore: E. Reja.

Indisponibili: Del Nero (24^ giornata), Meghni (24^ giornata), Garrido (24^ giornata), Diakité (25^ giornata), Rocchi (25^ giornata), Floccari (27^ giornata).
Squalificati: Zarate (1 giornata).
Diffidati: Mauri.