Alza i tacchi, Silvio!

L’avventura politica di Silvio Berlusconi credo sia giunta al termine. Dopo oltre 15 anni di tanti buoni propositi e di facili promesse difficili da mantenere si chiude il ciclo berlusconiano. Oggi pomeriggio la maggioranza di centro-destra guidata dal premier di Arcore ha approvato alla Camera il Rendiconto dello Stato con 308 voti favorevoli e 321 astenuti. La soglia della maggioranza assoluta è ben lontana e non ci può essere sempre un responsabile e/o un radicale a salvare le chiappe.

Quest’estate avevo scritto che Berlusconi era morto, ovviamente politicamente morto. I segnali erano inequivocabili, gli scricchiolii troppo forti per non essere uditi. Dalle barzellette condite con bestemmia allo scandalo del sesso con la minorenne Ruby, passando per i rapporti particolari col dittatore Gheddafi. Un premier non più capace di governare gli eventi che si abbattevano sulla sua persona e, soprattutto, sul Paese. E uno che non è in grado di pensare a se stesso, come può pretendere di gestire il futuro e le aspettative di milioni di Italiani?

Caro Silvio, te lo scrivo dal cuore. Lascia. Lascia il governo e lascia la politica. So già che questo vorrebbe dire esilio, perché senza il contatto con la politica sei totalmente nudo, incapace di schivare i processi che, uno dopo l’altro, stanno montando e crescendo attorno a te ed al tuo impero. So che non fosti d’accordo con la scelta di Craxi di andare in esilio, ma un conto è giudicare dall’esterno, un conto è esserci dentro fino al collo. Ora ti sei dato il cambio col tuo caro amico Bettino, avete fatto grossomodo la stessa fine, dopo tanta gloria immersi nella merda, colati a picco nel baratro da essi stessi scavato. E non c’è magistrato di sinistra che tenga qui. La sconfitta è pesante, totale, senza alibi. Abbiamo perso tutto, persino il rispetto internazionale che, comunque, da Paese appartenente al G7 avevamo.

Dai Silvio, ora alza i tacchi e ridacci qualche speranza di uscire, in tempi ragionevoli, da questa profonda crisi che ci sta attanagliando. E’ la cosa migliore che tu possa fare e solo tu non te ne rendi contro, mentre tutto il mondo ti invita a fare un passo indietro (o di lato, per dirla alla Umberto Bossi).

One thought on “Alza i tacchi, Silvio!

  1. evvvaaaaiiiiiii, dààààààiiiiiiii, che ce la fai …..
    no, non ce la fa.
    bisogna portarcelo, con la portantina, perchè si è attaccato la sedia al culo.
    Oh, povero berlu, che hai perso la dignità nei corridoi di palazzo chigi!
    non riesci nemmeno a uscire di scena con le tue gambe!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...