Il volo delle mongolfiere

Il 4 giugno si ricorda il primo volo in mongolfiera, ovviamente dei fratelli Montgolfier, esattamente era il 4 giugno 1783 e così Wikipedia descrive l’evento:

L’aerostato fu fatto volare nella prima dimostrazione pubblica ad Annonay, di fronte a un gruppo di notabili degli “etats particulars”. Il volo coprì circa 2km, durò 10 minuti e raggiunse l’altitudine stimata di 1.600-2.000 metri.

La notizia del successo raggiunse rapidamente Parigi. Etienne si recò nella capitale per tenere ulteriori dimostrazioni e per assicurare ai due fratelli la paternità dell’invenzione del volo. Etienne, avendo studiato a Parigi, aveva più familiarità con le abitudini e i costumi della città. Joseph, considerati i suoi modi originali e la sua timidezza, rimase presso la famiglia.

Tutto questo non vuole essere semplicemente un revival di quei momenti storici. Volevo cogliere l’occasione per soffermarmi da un lato sui grandi progressi tecnologici che, dal volo su un pallone, ci hanno portato persino alla conquista dello spazio, dall’altro lato sul mio rapporto col “volo”.
Per quanto riguarda la tecnologia resta sempre a bocca aperta quando penso alla velocità nello sviluppo tecnologico della civiltà moderna, considerando anche che la velocità non è costante, ma tende perfino ad accelerare! Non so se questo rapido sviluppo sia un bene o un male, perché bisogna sempre capire quanto siamo in grado di gestire l’evoluzione tecnologica. Non oso comunque immaginare dove potrà arrivare la nostra civiltà fra 50 anni, se la tecnologia avrà aiutato l’umanità a sconfiggere mali e risolvere problemi, oppure se ne avrà creati di nuovi. Resto comunque curioso di poter vedere con i miei occhi il mondo tra 50 anni e spero di averne l’occasione.

Per quanto riguarda il mio rapporto col volo, io ho sempre amato vivere con i piedi per terra. O meglio, con la fantasia mi piace volare, ma nella realtà amo il contatto col suolo, possibilmente non doloroso. Certo è che il volo in mongolfiera è sempre stato il punto di incontro fra i sogni e realtà. E’ quel tipo di volo che, nonostante la mia fifa, mi piacerebbe veramente provare, forse per la sua leggerezza e per la possibilità di volare a diretto contatto con la natura.
Qualcuno che passasse di qua e che avesse provato questo volo, mi potrebbe dire com’è? E’ una mia curiosità forte e resta comunque un argomento che mi affascina e mi attira.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...