Fukushima, l’allarme continua

Nonostante i media nazionali continuino ad evitare di parlarne, l’allarme a Fukushima, nella centrale nucleare di Fukushima, continua ad essere elevato. La notizia di oggi è che il reattore della centrale perde acqua, acqua radioattiva che continua ad aggravare la situazione ambientale delle aree circostanti la centrale nucleare gestita dalla Tepco.

Il nocciolo sta sprofondando verso il basso, ma la stessa Tepco sostiene che l’attività di raffreddamento dell’uranio è efficace e continuerà nel futuro. Quasi 10.400 tonnellate di acqua sono state pompate nel reattore finora, ma non è chiaro dove fuoriesca l’acqua. Gli elevati livelli di radiazioni rendono difficili le verifiche al sito degli addetti, ha detto Junichi Matsumoto, general manager della Tepco. Sorprende, sinceramente, la calma apparente di fronte ad un lento disastro nucleare che potrebbe avere seri effetti negativi sulla popolazione nipponica, addirittura potrebbe essere più devastante delle bombe atomiche di Hiroshima e Nagasaki. Tracce di cesio radioattivo sono stati rilevati nei centri di trattamento delle acque reflue a Ibaraki e nella prefettura di Kanagawa, a sud di Fukushima.

Tutto scorre, lentamente, come l’acqua contaminata dai reattori di Fukushima. Tutto scorre, lentamente, verso una possibile catastrofe ambientale, con ripercussioni sulla salute mondiale. Altro che influenza suina, qui si rischiano danni permamenti su larga scala, ma il tutto sembra passare via liscio, senza preoccupare. Il nucleare deve rimanere una risorsa, non deve mai assomigliare ad un rischio. Vale così tanto l’affare nucleare?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...