La giornata di Borsa: 27 marzo 2011

La Borsa di Milano ha chiuso la prima seduta della settimana senza grandi scossoni. La guerra in Libia, l’allarme nucleare in Giappone e la crisi del Portogallo non hanno particolarmente influito sull’andamento del listino meneghino. Dagli Stati Uniti sono arrivati dati macro in chiaroscuro: la spesa personale di febbraio ha mostrato un progresso dello 0,7%, sopra le attese che indicavano +0,5%, mentre i redditi sono cresciuti dello 0,3% con attese che puntavano ad un +0,4%. In questo quadro a Piazza Affari il Ftse Mib ha guadagnato lo 0,11% a 22.009 punti, mentre il Ftse All Share è avanzato dello 0,12% a quota 22.669.

Enel Green Power ha svettato sul paniere principale con un rialzo del 3,93% a 1,876 euro in scia alla buona vena del comparto europeo delle energie rinnovabili. Due i fattori chiave: la continua crisi del nucleare in Giappone e la vittoria dei Verdi nelle elezioni regionali in Germania. La controllata di Enel ha poi annunciato l’inizio dei lavori per la costruzione di un nuovo impianto idroelettrico in Costa Rica. L’impianto dovrebbe essere completato nella prima metà del 2013 e porterà la capacità di Green Power installata nel Paese a 74 MW. Eni (-0,12% a 17,31 euro) resta un tema caldo a Piazza Affari, come dimostrato dalle nuove ipotesi circolate nel fine settimana sulla cessione di Snam Rete Gas, dopo le aperture dell’Ad Scaroni dei giorni scorsi. Il Corriere della Sera ipotizza due scenari alternativi: la fusione con Terna, che farebbe un aumento di capitale dedicato all’operazione che porterebbe alla nascita di un campione nazionale delle reti energetiche; la fusione con altri operatori europei di reti gas come GdF, la tedesca Open Grid Europe, la belga Fluxis e l’austriaca OMV Gas, con la creazione di un soggetto paneuropeo.

Contrastato il comparto bancario. Il Banco Popolare è scivolato sul fondo del Ftse Mib con un tonfo del 5,29% a 2,254 euro dopo aver pubblicato venerdì i conti 2010: utile netto di 308 milioni di euro, Core Tier 1 al 6,5% e dividendo di 3 centesimi. Nomura ha ribadito la raccomandazione reduce sull’istituto scaligero, con target price abbassato a 2,5 da 2,7 euro. “Nonostante la debole qualità degli utili, noi pensiamo che i conti non saranno un catalyst per il titolo visto che il mercato resterà focalizzato sull’imminente piano industriale e sull’evoluzione del capitale, che noi consideriamo una chiave per l’investment case”, hanno scritto gli esperti nella nota odierna. Nomura ha suggerito agli investitori di iniziare ad esercitare “il factoring in vista di una potenziale diluizione a causa della conversione del soft convertibile, che noi riteniamo probabile”. Male anche Ubi Banca (-1,86% a 6,87 euro) e Popolare di Milano (-1,19% a 2,83 euro). Di contro il Monte dei Paschi è salito dello 0,80% a 0,945 euro alla vigilia della pubblicazione dei conti, con Banca Akros che prevede un deciso miglioramento dell’utile a 547 milioni dai precedenti 220 milioni di euro. In positivo anche Intesa SanPaolo (+0,61% a 2,29 euro) e Unicredit (+0,37% a 1,877 euro).

Parmalat (-1,01% a 2,356 euro) resta al centro dei riflettori del mercato con il gruppo Ferrero che ha confermato l’interesse sull’azienda di Collecchio. Nel frattempo, il Cda di Parmalat è stato convocato per venerdì primo aprile e l’occasione sarà sfruttata dagli azionisti per esaminare la possibilità di far slittare l’assemblea a fine giugno, così come permesso dal decreto del Consiglio dei Ministri. Occhi puntati su Fiat (-0,84% a 6,47 euro) che ha ripetuto di non aver preso nessuna decisione sull’ipotesi di spostamento della sede legale negli Stati Uniti. Lottomatica non ha sfruttato in Borsa i dati preliminari forniti dall’Agicos, secondo cui il Lotto dovrebbe continuare la sua corsa a marzo con una raccolta attesa a 640 milioni di euro, ovvero il 60% in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Il titolo Lottomatica ha lasciato sul parterre lo 0,63% a 12,56 euro.

Borsa Italiana

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...