Kakà al Milan per sostituire Ronaldinho: affare o sogno impossibile?

Ricardo Kaká è attualmente un giocatore (infortunato) del Real Madrid e secondo me è lì che rimarrà per quest’anno. Ma sognare non costa nulla e l’anima del tifoso necessita di sogni per alimentare l’amore verso un club. Kakà rappresenta, dunque, quel sogno impossibile che il tifoso rossonero, sotto sotto, spera di veder realizzarsi persino a gennaio, nella finestra di calciomercato che solitamente non riserva grossi colpi di mercato, al massimo qualche toppa per coprire i buchi nella rosa.

I motivi per cui Kakà potrebbe tornare al Milan sono molteplici: innanzitutto, nella rosa del Milan ci sono parecchi giocatori in scadenza di contratto, fra cui non bisogna dimenticare Ronaldinho, giocatore trentenne che per le sue caratteristiche mal si presta al gioco dinamico dettato da Allegri. Probabilmente il Milan gli ha proposto un rinnovo al ribasso dell’ingaggio e, sempre probabilmente, queste voci su Kakazinho sono sempre un’abile mossa mediatica del Milan per porre pressione sul Gaucho che, comunque, sembra sempre attratto dalle sirene americane, anche per ragioni commerciali, non solo per l’ingaggio che potrebbe spillare.
Inoltre Kakà pare non avere un ottimo rapporto con José Mourinho e con la città di Madrid in generale. Tra di loro non è scattata la scintilla, non c’è stato quel feeling immediato che aveva, invece, contraddistinto l’avvio della carriera di Kakà a Milano, sponda rossonera ovviamente. Mourinho ha l’abitudine di far fuori qualche pezzo grosso dalla rosa, forse come segno di forza all’interno del gruppo, per darsi autorità. Kakà rappresenta proprio la pecorella da sacrificare, l’agnello da immolare per creare a Madrid lo stesso gruppo formato nell’annata vincente con l’Inter.
Kakà ha pure lasciato il Milan in malo modo, ceduto in fretta e furia dal club e svanito in poco tempo dalle mani dei rossoneri. Sicuramente lui conserva un ottimo ricordo del Milan e della sua tifoseria, a Milano stava bene e sa che al Milan troverebbe una squadra competitiva, non certamente una squadra ancellottiana che puntata tutto su di lui, affidandogli completamente le sorti della squadra. La presenza di gente come Ibrahimovic, Robinho e Pato è garanzia di qualità e questo potrebbe influire parecchio. Non credo molto, quindi, alle voci di un suo approdo all’Inter, perché sarebbe un alto tradimento e non è da lui, non è da Kakà.

Giustamente c’è chi sostiene che si tratterebbe della solita minestra riscaldata. I grandi ritorni hanno spesso portato solamente grandi delusioni. Questo è un pensiero latente che non si può non considerare, a maggior ragione considerando le precarie condizioni fisiche di Kakà mostrate nella sua avventura madridista. Dopo aver rifilato il pacco al Real rischieremmo di riprendercelo con gli interessi. E’ da sperare che, comunque, un eventuale arrivo del giocatore sia un approdo in prestito, al massimo con diritto di riscatto. Da tifoso mi piacerebbe assai rivederlo ancora con la maglia del Milan e vederlo giocare con Ibra sarebbe pura poesia calcistica… ho i brividi al solo pensiero.

2 pensieri su “Kakà al Milan per sostituire Ronaldinho: affare o sogno impossibile?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...