Habemus Ibra! Zlatan Ibrahimovic al Milan

Habemus_Ibra.jpg

Ibrahimovic con la maglia rossonera del Milan

Dopo un lungo tira e molla finalmente il mercato rossonero può celebrare un colpo di grosso calibro: Zlatan Ibrahimovic, attaccante svedese classe 1981, passa dal Barcellona al Milan. L’attaccante svedese ha firmato il contratto che lo legherà nelle prossime quattro stagioni al club rossonero. Dovrebbe guadagnare tra gli 8 e i 9 milioni di euro l’anno. Il calciatore ha trovato l’intesa anche con il Barcellona. Già da domani sarà a Milano per le visite mediche. L’attaccante è arrivato intorno alle 19:40 nella sede del Barcellona per rescindere l’accordo con il club blaugrana e dopo qualche minuto è uscito per l’ultima volta dalla sede del Barça. All’ingresso incredibile battuta dello svedese alla domanda se fosse di nuovo un calciatore “italiano”: «No, sono qui per rinnovare il contratto col Barcellona, me lo ha chiesto Guardiola». Tutti sono scoppiati a ridere. Intanto alle 19:30 a Milanello il patron Berlusconi ha raggiunto in elicottero il centro sportivo rossonero per salutare Allegri e la squadra ed assicurare, inoltre, che la punta svedese è un nuovo giocatore del Milan. Nello stesso momento Huntelaar ha lasciato il centro sportivo per l’ultima volta direzione Germania: giocherà nello Schalke 04. La formula è quella del prestito gratuito con diritto di riscatto obbligatorio fissato a 24 milioni. Lunedì farà le visite mediche e poi metterà la firma sul suo nuovo contratto. Lo presenteremo al ritorno dall’impegno con la sua nazionale. Con Ronaldinho, Pato e Ibra il Milan non è inferiore a nessuno in Europa». Raiola ha poi aggiunto: «Galliani è stato bravo a far abbassare la cifra richiesta dal Barcellona da 70 a 24 milioni. In ogni caso non è stata pagata nessuna buona uscita dal Barcellona al giocatore». Ha parlato poi Ibra: «Non saluterò Guardiola. Sono molto contento di andare al Milan e voglio vincere la Champions League». Si confermano vere, quindi, le prime indiscrezioni che volevano il Milan fortemente interessato all’ex attaccante dei cugini nerazzurri, notizia che sembrava praticamente impossibile data la nuova politica rossonera sul tetto degli ingaggi e su una graduale ma costante riduzione dei costi, con l’obiettivo palese di rendere in grado la società di sopravvivere solamente grazie alle proprie forze economiche, senza la continua necessità di innesti di liquidità da parte della proprietà, nella persona di Silvio Berlusconi e del gruppo Fininvest. Proprio Berlusconi sembra aver dato lo slancio necessario per l’approdo di Ibracadabra alla corte di Massimiliano Allegri; e non poteva essere altrimenti, perché è lui che caccia il grano ed è lui che, non cacciandolo, ha portato il mercato rossonero a vivere di piccoli scambi, giocatori in prestito e, in generale, un deciso “low profile” che ha afflosciato gli spiriti sportivi dei fans del Milan, ahimè duramente colpiti da questo 2010 che riserva una valanga di soddisfazioni e gioie ai cugini nerazzurri, la peggiore delle situazioni possibili (tra l’altro mai provata in passato).

Che altro dire? Il giocatore è certamente uno che può valere la maglia del Milan. Già nell’estate del 2006 sembrava ad un passo da Milanello, ma all’ultimo istante un blitz di Moratti e Co. portò l’asso svedese sull’altra sponda di Milano, quella sbagliata appunto. Ora, a 4 anni di distanza, le strade di Milan e Ibrahimovic convergono definitivamente, con l’augurio reciproco di poter ottenere sul campo grandi soddisfazioni calcistiche, quelle che mancano da quasi 3 anni al tifo rossonero.

Un ringraziamento speciale va all’amministratore delegato Adriano Galliani, persona spesso preso di mira dalla tifoseria e capro espiatorio per una situazione non voluta certamente da lui, ma subita dall’alto, dall’Altissimo oserei dire. In questo caso la sua perseveranza e le sue capacità sono state fondamentali per l’arrivo di Ibra a Milano; dopo tanti pesci in faccia e insulti vari, giusto ora concedere al dottor Galliani un plauso per il suo operato, ricordandogli che è questo il modo per far felice una tifoseria… 😀

Annunci

4 thoughts on “Habemus Ibra! Zlatan Ibrahimovic al Milan

  1. Pingback: Riflessioni sul mercato rossonero « Risklover Weblog

  2. MILANO, 4 settembre 2010 – L’effetto del doppio colpo Ibrahimovic-Robinho continua a farsi sentire sulla campagna abbonamenti del Milan. A pochi giorni dall’arrivo in maglia rossonera dei due nuovi attaccanti, c’è stato un nuovo boom di tessere per le gare casalinghe del Diavolo: solo ieri, scrive La Gazzetta dello Sport, sono stati venduti oltre 5.000 mini-abbonamenti Champions, per un totale di 27.200 (già ampiamente superati i 22.103 della passata stagione). Il ritrovato entusiasmo dei tifosi del Milan si è fatto sentire anche in chiave campionato: sempre ieri sono state vendute più di 500 tessere, per un totale di 24.492 abbonamenti sottoscritti. Certo non molti di fronte ai 40 mila dell’Inter, ma la mossa mediatica del presidente Berlusconi ha avuto ancora una volta la meglio nei cuori dei tifosi.

  3. Pingback: Habemus Ibra! Zlatan Ibrahimovic al Milan | IlTuoWeb.Net News

  4. Pingback: Milan, lo scudetto atteso da 7 anni « Risklover Weblog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...