Elezioni provincia di Milano, vince Podestà di misura

Podestà_Penati.jpg

Il presidente della provincia uscente Filippo Penati non riesce a completare la rimonta tra il primo e il secondo turno di elezioni, dovendosi arrendere al candidato del Popolo della Libertà Guido Podestà, neo presidente della provincia di Milano. Filippo Penati si ferma al 49,78% contro il 50,21% del rivale Podestà. Per come era andata al primo turno sembrava dovesse essere una vittoria a mani basse per il candidato del centro-destra, ma così non è stato. Il forte astensionismo, probabilmente l’astensionismo di una fetta dell’elettorato della Lega Nord e la grande capacità di Penati di catturare su di sè l’elettorato di sinistra ha permesso a quest’ultimo di mettere i brividi a Podestà che, fino all’ultimo, non ha potuto cantar vittoria.

Non si può, comunque, non riflettere sul calo di consenso del Popolo della Libertà e di tutto il centrodestra in generale, uscito rinvigorito dalle elezioni del 6 e 7 giugno scorso ma che ora sconta un calo generalizzato, non solo su Milano e provincia, ma anche in tutta l’Italia. Il Partito Democratico ha avuto un ottimo colpo di coda ed è riuscito a non perdere completamente la faccia dopo la debacle del primo turno. Non è detto, comunque, che sul voto non abbiano influito i recenti scandali che coinvolgono ed hanno coinvolto il premier Silvio Berlusconi. Da possibili relazioni con minorenni a rapporti con escort, passando per le foto dei festini di Villa Certosa. Voglio pensare che l’elettorato moderato e cattolico del centro-destra abbia preferito astenersi, indignato e schifato dalle voci provenienti da Roma, Napoli e Bari, riguardanti il presidente del Consiglio.

Cambiando argomento, ora voglio vedere come procederanno i lavori per il futuro Expo2015, dato che Governo, Regione, Provincia e Comune ora parlano la stessa lingua e non dovrebbero mettersi i bastoni fra le ruote. Ovviamente questo non significa che i lavori saranno fatti bene, sia chiaro. Anzi, temo che sarà il solito tsunami di cemento che pioverà su Milano e comuni limitrofi… purtroppo.

Annunci

2 thoughts on “Elezioni provincia di Milano, vince Podestà di misura

  1. Dipende dai punti di vista secondo me…
    In provincia di Milano, sopratutti i paesi della mia zona, vere roccaforti del centro sinistra (diciamo anche della sinistra più estrema in alcuni casi) ora sono capitolate a favore di sindaci del centro destra!
    Noi è più di 30 anni che non avevamo un sindaco di centro destra!
    Direi che è un avvenimento, segno di qualcosa che è cambiato in questo periodo.
    Il calo di consensi del centro destra secondo me è da ricondurre al calo dell’affluenza alle urne…. si sa che l’elettorato di centro sinistra è più dedito al dovere civico del voto. Secondo me una grandissima parte dell’elettorato di centro destra non ha votato. Non penso che in 15 giorni la gente possa cambiare l’idea politica tanto da passare da destra a sinistra o viceversa!

  2. Io sugli effetti dell’affluenza non mi sbilancio mai, perché è difficile dire se penalizzi uno o l’altro o entrambi i contendenti. Sicuramente c’è stato un’ondata azzurra di cambiamento, un’onda del centro-destra che ha spazzato via molte amministrazioni del centro-sinistra, ma alla provincia PdL e Lega hanno seriamente rischiato di perdere, dopo che al primo turno avevano 10 punti di vantaggio. Poteva essere una bella mazzata politica per Berlusconi ed è stato fortunato a riuscire ad ottenere comunque la vittoria nella sua provincia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...