Ddl Intercettazioni, lo scempio efferato secondo Di Pietro

governo_sangue.jpg

Riporto il testo dell’intervento dell’on. Antonio Di Pietro in merito al disegno di legge sulle intercettazioni telefoniche, pubblicato sul suo blog personale:

Oggi si è consumato lo scempio più efferato nella storia della Repubblica. In un colpo solo, con il disegno di legge approvato pochi minuti fa alla Camera, si sono spazzate via l’obbligatorietà dell’azione penale ed il diritto ad essere informati.
Non sarà più possibile utilizzare le intercettazioni per combattere la criminalità. Con questa legge, che impedisce le rilevazioni telefoniche ed ambientali, la magistratura ha perso occhi ed orecchie. Mentre la stampa non potrà più pubblicarle.
Per avallare la votazione, sono state strumentalizzate e distorte nel significato persino le parole del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano che, almeno ora dovrebbe indignarsi, non avendo raccolto l’appello per fermare questa scellerata votazione.
Il governo Berlusconi IV legittima nelle istituzioni l’esistenza della malavita organizzata, del malaffare, della corruzione e legifera per sdoganare l’immoralità, la distruzione dell’etica, la corruzione economica e sociale dello Stato, favorendo l’ingresso della criminalità e dei suoi metodi affaristici nel tessuto sociale ed economico del Paese.
Una partita a due, tra governo e malviventi, con una sola porta, la corruzione, e senza arbitri, la magistratura ed i cittadini: una platea di spettatori inermi.
Questo governo non è costituzionale perchè umilia la Costituzione. Questa maggioranza è golpista, perché non si è insediata negli scranni capitolini per risolvere i problemi dell’Italia ma per spartirsi una torta di potere.
Il Parlamento, la Costituzione e le sue regole sembrano impotenti dinnanzi a un tumore che si è insinuato nello Stato in modo subdolo ed invisibile.
Servono le piazze, i cittadini, la disubbidienza civile, l’Europa e l’unione di tutte le forze sociali che non si riconoscono in questa brutta pagina della storia.
Le leggi si devono rispettare finchè a scriverle non sono i delinquenti.

L’opinione espressa da Di Pietro è dura, durissima, però credo sostanzialmente condivisibile. Siamo in un momento di grave crisi economica, il Paese ha bisogno di provvedimenti seri ed urgenti per uscirne, quindi perché sprecare tempo utile per approvare una legge che limiti notevolmente l’utilizzo dello strumento delle intercettazioni telefoniche nelle inchieste penali? Qual è la ratio di questa legge? La privacy degli onesti cittadini non è minimamente sfiorata dalle intercettazioni dei magistrati; solo coloro che hanno qualcosa da nascondere o che temono di essere scoperti hanno fretta di approvare questo provvedimento, una specie di copertura da rischi futuri.

Personalmente, sono molto contrario a questo provvedimento, l’avevo già detto in passato e ne sono ancora più convinto ora. Non è mettendo il bavaglio alla stampa e legando le mani ai magistrati che si combatte la criminalità, questo è poco ma sicuro. Questo provvedimento legislativo può avere effetti disastrosi sulla Giustizia italiana, già compromessa dalla lentezza dei processi e da leggi ad personam che ne limitano pesantemente le capacità e le funzioni. Una politica corrotta e formata da parlamentari condannati non può permettersi di modificare l’operato della Giustizia, è una cosa indegna!

Annunci

2 thoughts on “Ddl Intercettazioni, lo scempio efferato secondo Di Pietro

  1. Zione e il Brigantaggio Giudiziario !

    La Sinistra rossa è stata uccisa indirettamente dal Compagno Silvio (e sottolineo con convinzione : Compagno, che detto da un transfuga per disgusto, è un Encomio Solenne più che un semplice Elogio); ma è morta da sola e di mano propria, anche grazie agli Ampollosi “Intellettuali” di nefasto intelletto che tuttora l’infestano; è stata uccisa principalmente dal fallito Colpo Grosso (di Stato) che ha tentato di fare in combutta e quasi riuscendovi, con certi ben noti Magistrati Ignoranti e Delinquenti che hanno Abiurato e Rinnegato la loro Sublime professione per aderire in toto ad un piano di Sovvertimento dell’Ordine Costituito, facendola precipitare in un pozzo di Infamia, da cui sarà difficile risalire; i quali, di comune (e presunta, ma forse più vilmente interessata al profitto) fede politica, colla temeraria certezza di fare una silenziosa e strisciante Rivoluzione col solo tributo di Vittime del campo avverso, fortunosamente si sono lanciati a briglia sciolta alla Crocifissione di tutti quelli che ingombravano la loro Maledetta Strada e che non eseguivano in tempo il preteso e per loro dovuto scappellamento con inchino; o che non sono riusciti a fuggire la Bubbonica Peste, boriosamente avanzante coll’usurpata Forza della Legge e Gendarmi al seguito.

    A questo punto è meglio chiarire, perché questi Eccellentissimi Legulei capiscono o vogliono capire sempre Fischi per Fiaschi e quindi : parlo della testa superiore, quella che era tanto cara a Madame quando ci fu la resa dei conti (anche con la Bastiglia); giammai mi permetterei una triviale allusione di prosaico linguaggio che usano quei Plebei del Popolaccio (oh, che Orrore !); non avvedendosi, questi pestilenziali Topi di Palazzacci, della rovina che ne derivava al Popolo, prima ancora che al Partito, dal loro Pubblico Defecamento in Aula sui Sacri Libri di Temi; a cominciare dalla realizzazione di BRIGANTESCHI SEQUESTRI di PERSONE (ed anche SCOMPARSE per giorni …), una anche inabile in quel momento e affidato alle mani del Tribunale che ne Garantì la sicurezza con Sicumera, dalla pazzia del miserabile verme, alias Sicofante P.M. (Puh ! BUFFONI ! Avreste dovuto dire che eravate la Corte dei Pupi : Pulcinella, Zeza e Colombina) incensurate da secoli e per pretestuose scemenze, seppure e veramente fatte da altri, da essi Empiamente ingigantite e poi silenziati da loro e anche dalle vittime (i cosiddetti “Dannati”) per vari e anche ovvi motivi, non ultimo la legittima paura; per la Famiglia, intendiamoci bene, GAGLIOFFI, così come siete stati ufficialmente e meritoriamente Insigniti con sacrosanto Anatema in Obbrobrioso “Pubblico Ludibrio”); quante Tragedie hanno causata queste Infernali Bestie (chiedo scusa ai bravi Animali) che in breve sono assurti nel loro Mafioso Ambiente e lo sono ancora, in vetta alla squallida categoria dei Felloni Giudiziari.

    Venendo a mancare al Partito l’appoggio di alcune persone Umanamente Valide e universalmente rispettate e benvolute per umiltà e Onestà, che anche senza volere, per il solo fatto risaputo che erano state vigliaccamente Oltraggiate dal Gaglioffume Magistraturale, hanno funzionato da locomotiva; pertanto “la Base” (ha fatto la fine della “Borsa” del Nonno a cui piaceva tanto giocare d’azzardo, che è andata giù e non sapendo come fare a farla risalire, si è rassegnato per sempre), anche se di “bassa scolarità” e seppure con utopistica riserva, riteneva in buona fede che si intendesse procedere sulla via della Fratellanza e del Progresso, quando si è resa conto delle Turpitudini che si commettevano nelle Cloache in cui gli Emeriti Cialtroni stavano trasformando gli Austeri Tribunali in nome della meta da raggiungere, disgustata e felice di scansarsi la rinascente Siberia, è andata in braccio all’unica persona Autorevole, che per dimostrate capacità e Internazionale Carisma, sarebbe stato capace di ben governare; ma che principalmente, anche ammesso che fosse per motivi suoi, come piace dire a certi meschini calunniatori da strapazzo, comunque erano coincidenti con quelli dei Derelitti del Popolo, col quale si arrampicava gagliardamente sulle Sacre Barricate della battaglia in nome della fu Giustizia, per il superamento dei Feroci Abusi e la Restaurazione della Legalità; incluso la messa al Bando di qualche infame Covo di Serpenti Malefici; rischiando così “la Resta”, con la possibilità di “perdere tutto”, pur avendo la possibilità di godersi la vita Paradisiacamente ad horas, fregandosene altamente dei Fetenti e Affini; ma ritengo che il Senso del Dovere (leggete bene Pirla !) abbia vinto l’irresistibile tentazione (ma chi, ce l’avrebbe fatta ?); anche e soprattutto questo dimostra il Valore di un Uomo; riflettete, Riflettete, MISERABILI VERMI !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...