Fini: «La tutela dell’ambiente è tra le missioni prioritarie e irrinunciabili di questo secolo»

Gianfranco_Fini.jpg

Il presidente della Camera Gianfranco Fini, una delle poche personalità politiche per cui riesco a provare un bricciolo di rispetto, ha dichiarato, in un messaggio rivolto a Francesco Rutelli (nel ruolo di presidente del Centro per un Futuro Sostenibile), che la «tutela dell’ambiente è tra le missioni prioritarie e irrinunciabili di questo secolo, a cui tutti i Paesi sono chiamati a rispondere.» Fini ha poi aggiunto:

Il riscaldamento globale richiede una azione rapida che impone una presa di coscienza da parte di ogni singolo cittadino del mondo. L’Italia, quale Paese ospite del G8, ha oggi l’occasione di essere protagonista nello sviluppo di una strategia mirante a rendere compatibile la qualità ambientale con la promozione del benessere

Condivido ogni singola lettera delle parole di Fini, ma non capisco come il governo voglia realmente rendere l’Italia “protagonista nello sviluppo di una strategia mirante a rendere compatibile la qualità ambientale con la promozione del benessere“. Finora ho sentito parlare solamente di inceneritori e di centrali nucleari e non mi sembrano proprio questi gli strumenti adatti per promuovere tali politiche per l’ambiente. L’onorevole Fini cominci a tirare le orecchie al ministro Scajola (ministro per lo Sviluppo economico) e al ministro Prestigiacomo (ministro dell’Ambiente) che, in occasione del Solarexpo non si sono nemmeno degnati di una visita.
A riempirsi la bocca di parole son bravi tutti, ma la politica ha bisogno di fatti, non di belle parole! Specialmente poi quando si parla di ambiente e di Futuro sostenibile, una tematica importante che tocca direttamente tutti quanti; Dio (non tu, Silvio) solo sa quanto potremmo pagare gli errori del presente nel prossimo futuro.
Voglio sperare che il presidente Fini abbia una visione decisamente diversa da quella dei suoi colleghi di partito, altrimenti la vedo grama per il nostro pianeta e per il nostro futuro. In quest’ottica, sento solo Antonio Di Pietro schierarsi apertamente a favore delle energie rinnovabili e contro il nucleare. Tra tutti gli altri, invece, alcuni abbozzano discorsi pro-rinnovabili, ma sotto sotto tifano per il nucleare. Per ora, comunque, non voglio parlare delle Elezioni europee: non voglio rovinare una giornata così bella e soleggiata!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...