«Ci scusiamo per il disagio»: Ma Vaffanculo!

sciopero_trasporti.jpg

I mezzi di trasporto d’Italia oggi hanno incrociato le braccia. Ma soprattutto hanno rotto le balle ai pendolari e ai comuni cittadini-lavoratori che, come ogni giorno, non si potevano permettere di scioperare e si dovevano recare regolarmente sul luogo di lavoro. Personalmente, mi sono trovato a Milano questa mattina e devo dire che non è stato facile tornare a Brescia. Perché gli scioperi dei trasporti sono spesso trasversali, coinvolgono tutti i mezzi del trasporto pubblico e paralizzano le città. Indicativamente, bisognava muoversi entro le 9:00 (8:45) del mattino, per sfuggire al blocco dei mezzi pubblici. Giunto alla stazione di Milano centrale, ho dovuto fare i conti con lo sciopero dei treni, messo giusto giusto tra le giornate di ieri ed oggi, 24 ore di sciopero che riguardano, principalmente, i treni del trasporto locale con la cancellazione anche di alcuni treni ES, IC e simili, di lunga percorrenza. Insomma, si tratta di un lunedì nero per i trasporti nazionali.

Il punto è che, oltre ad essere molto frequenti, questi scioperi sembrano proprio avere una regia alle spalle, che li crea e li organizza a puntino per dare maggiori disagi ai cittadini. Ma i cittadini non hanno alcuna colpa per quanto concerne le trattative per il rinnovo di contratti sindacali, diamine! Perché devono essere sempre gli utenti a pagare? Perché chi paga deve sempre pagare? Si possono accettare e condividere le idee di piloti, macchinisti, assistenti di volo, autoferrotramvieri, ecc., ma quando poi si provano sulla pelle le conseguenze dei loro scioperi, ecco che la rabbia ci porta a cambiare idea, perché rispondere ad un disagio creandone altri non è certamente una buona cosa.
Inoltre, mi fanno veramente arrabbiare le frasi del tipo “Ci scusiamo per il disagio arrecato”. Come se non ci potessero fare nulla, siamo costretti a fare così, siamo costretti a rendervi una giornata infernale, però ce ne scusiamo: sai quanto me ne faccio delle scuse quando rimango appiedato in una stazione, oppure quando devo aspettare ore ed ore e pagare comunque per il servizio utilizzato… ma vaffanculo va, perché quando ci vuole è più che lecito! L’Italia, in un momento di crisi, pensa solo a far scioperi…

Annunci

One thought on “«Ci scusiamo per il disagio»: Ma Vaffanculo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...