Brunettolo e l’operazione verità

Nano Brunetta

Nano Brunetta

Il ministro Renato Brunetta è un ministro che mi sta simpatico. Soprattutto per la sua altezza, che mi fa tirare un sospiro di sollievo per il mio 1,70 e rotti. E’ sicuramente il ministro che mi ha affascinato di più, per via del fatto che da quando è diventato “ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione” non ha perso un giorno per voler smascherare i fannulloni della Pubblica Amministrazione e dell’Italia tutta. Ha cominciato con i fannulloni pubblici ed ora sembra voler allargare il suo raggio d’azione. I prossimi sembrano essere i medici, per cui è prevista la pubblicazione dei loro curricula nel prossimo anno. Ma c’è di più! Il ministro Brunetta ha in mente di estendere il provvedimento a tutti i professionisti, maestri, funzionari, etc.

«Voglio mettere in rete i risultati di tutti i professionisti, non solo della sanità ma anche maestri, funzionari… Se posso sapere tutto su yogurt e merendine non capisco perché non dovrei poter valutare chi mi metterà le mani addosso »

Sia chiaro, io sono favorevole a queste operazioni trasparenza o operazioni verità, comunque le si voglia chiamare. Quello che fa riflettere, però, è come la classe politica si permetta di voler fare chiarezza sui dipendenti pubblici e non, senza prima far luce sulle magagne e le collusioni scomode della nostra casta politica. E’ comodo voler far luce sugli altri, senza però denunciare le proprie colpe. Nel nostro Parlamento, seduti nei banchi delle nostre Camere, sugli scranni del nostro potere, stanno seduti 17 condannati in via definitiva, che diventano 70 se si sommano pure i condannati in primo e secondo grado e quelli in attesa di giudizio. Perché sul sito della Camera o del Senato non si pubblicano queste cose? Abbiamo diritto a conoscere il curriculum di un chirurgo, ma non di conoscere la fedina penale di un nostro parlamentare? Vi sembra corretto? Vi sembra normale?

Un ultimo appunto va al sito di Renato Brunetta (sì sì, c’ha pure un sito!). A parte che non viene molto aggiornato, soprattutto da quando è diventato ministro, però mi è balzata subito all’occhio una cosa: in questo articolo Brunetta sosteneva che la crisi dei mutui subprime non avrebbe comportato alcun fallimento e che la crisi era gonfiata ad arte:

«La crisi dei mutui subprime è un falso storico. L’Europa non sarà investita e sarà l’oro a garantire lo sviluppo dell’economia»

A voi i commenti… 🙂

Annunci

4 thoughts on “Brunettolo e l’operazione verità

  1. Ciao Stefano, direi che Brunetta non è erede di Nostradamus ^_^… condivido in pieno il tenore di questo post, anch’io sono favorevole alla trasparenza però il buon esempio dovrebbe venire proprio dai parlamentari che noi eleggiamo, il fatto che non conti e non sia pubblicata la fedina penale di coloro che occupano lo scranno del Parlamento, anche solo i procedimenti in corso, non è certo un fatto positivo per la democrazia visto che gli elettori dovrebbero sapere tutto e poter scegliere i candidati che li rappresentano… poi sui procedimenti in corso ripropongo una frase che condivido che ha detto Di Pietro “anche se vale la presunzione di innocenza se invito a casa i miei vicini e mi rubano l’argenteria non aspetto la fine del processo prima di decidere di non invitarli più a casa mia”, per cui certi candidati implicati in situazioni scomode dovrebbero prima chiarire la loro posizione e poi essere candidabili, oppure candidarsi ma facendo in modo che i cittadini possano sapere della loro situazione e decidere se dar loro fiducia, cosa che non è poi possibile da noi visto che le liste bloccate le decidono i partiti, quindi starebbe ai partiti stessi fare un po’ di pulizia. Buona serata da Lorenzo.

  2. Brunetta è un grandissimo!!!! Ci vorrebbe lui ad Alitalia!!!
    Ieri sera i dipendenti esultanti di Alitalia dicevano che ora l’unica soluzione per loro sarebbe ritornare statali (vi piacerebbe vero???), ma hanno fatto male i conti, perchè se diventassero dipendenti statali avrebbero a che fare con questo signore!!! XD

    Un bacione amore mio!!!

  3. Mi fa morire anche la sua teoria del “calcio invisibile” da applicare finalmente anche ai dipendenti statali!!! E’ fortissimo!!!! XD

  4. MALGOVERNO NELLA P:A:in quel di Castelraimondo serve maggiore vigilanza e controllo sul territorio.Dal febbraio 2002 l’amministrazione comunale tiene,illegittimamente demansionato,estromesso,eliminato dall’ufficio il comandante dei vv.uu;(uno dei quattro dipendenti comunali laureati,di ottima condotta morale e civile,incensurato,senza alcun procedimento penale o giudiziario a carico),sostanzialmente senza fare quasi niente,a spese del contribuente.(Vedere sentenza immediatamente esecutiva,in internet,alla voce DEMANSIONAMENTO CAMERINO)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...